giovedì 24 settembre 2015

Franco Calvario - Il pendolo rivelatore e la Radiestesia (ed. Vannini)

 
Il pendolo rivelatore
 Franco Calvario


Oggi prendiamo in esame il libro di Franco Calvario "Il pendolo rivelatore - un completo excursus nel mondo della Radiestesia", Vannini Editrice (il correttore automatico insiste su radioestesia ma sul libro è così come ho scritto e dunque insisto).
Ho scelto questo libro non perchè mi interessi diventare un prospettante (così viene chiamato il radiestesista) ma perchè non ne sapevo assolutamente nulla e con questo libro ho trovato molto di più di quanto potessi immaginare, con dei contenuti estremamente chiari sul mondo del pendolino (per altri solo pendolo) e sulle tecniche pratiche per imparare a utilizzarlo.


Le origini e breve storia della Radiestesia


Imperatore Yu il grande

Non si conosce esattamente quando tutto ebbe inizio, ma le prime fonti riguardanti in modo diretto la radiestesia risalgono al 2200 a.C. da cui ci è pervenuta una incisione che decanta le abilità di radiestesista dell'imperatore cinese Yu il grande. Le abilità in questione consistevano nella ricerca e scoperta di sorgenti d'acqua e giacimenti minerari.



 
Bacchetta da Rabdomanzia
Lo strumento utilizzato per le ricerche è la bacchetta biforcuta, presente nel nostro background alla voce Rabdomanzia e ancora utilizzata nelle aree rurali per scoprire vene d'acqua sotterranee. In Italia esiste ancora oggi una tradizione risalente al periodo Etrusco in cui gli Aquileges (poi sopravvissuti nella tradizione romana) svolgevano le stesse attività di ricerca.

 
Biotensor o Biorilevatore
una moderna bacchetta

Nel tempo, soprattutto in periodo medievale, l'uso   degli strumenti della cultura pagana rurale vennero abbandonati dal popolo e divennero materia di studio dei religiosi dell'epoca, intenzionati a scoprire le leggi che governano la natura.

A loro si devono i numerosi studi sulla Radiestesia e il suo sviluppo e diffusione nonostante il "periodo buio" del Medioevo.

Radiestesista con lituo, bastone sacerdotale


Basti pensare che una volta, quando non si conosceva qualcosa, la si attribuiva a Satana, (oggi questa sorte tocca all'inconscio, alle predisposizioni genetiche, alla sfiga o alla televisione) per capire come per la rifioritura della Radioestesia ci fosse bisogno della scoperta dell'elettromagnetismo. Il primo caso documentato di utilizzo del pendolino per scopi divinatori legati alla ricerca di persone è del 5 luglio 1692 in cui Jaques Aimar, radiestesista, scova gli autori di un assassinio grazie all'antica arte.

Lituo
Una serie di figure autorevoli tra medici, scienziati e abati negli anni tentò di spiegare il funzionamento della Radiestesia senza successo per cui ci si rassegnò all'idea che la teoria viene dopo la pratica e che giudicare una cosa inesistente solo per il fatto di non poterla spiegare è un atteggiamento anti-scientifico. Non serve che io commenti questa ultima frase.

Molti di questi documenti originali sono tutt'ora conservati nella biblioteca Vaticana.
 
Un ministro cattolico con il
bastone pastorale

Ma lo sviluppo ultimo, in età moderna, si attribuisce ad Alexis Mermet (1866-1937) che fu molto amato per la condotta della sua carriera ecclesiastica e per l'utilizzo che fece della Radiestesia medica a fini diagnostici e di cura. La sua tomba a Ginevra è meta di pellegrinaggio per i Radiestesisti di tutto il mondo, in onore ad una grande anima.

  
Bastone pastorale



Ad oggi la Radiestesia non ha una teoria unificata (come la fisica per altro) e una tra le più accreditate definizioni della disciplina è la seguente:


 La Radiestesia è lo studio delle reazioni neuro-muscolari manifestate da individui sensibili al contatto di determinati campi di forza.


Le scuole di pensiero in Radiestesia

Attualmente vi sono due principali diramazioni nello studio radiestesico: la scuola fisica e la scuola mentale.

Radiestesia Fisica
I movimenti del pendolino

  1. La materia emette radiazioni
  2. I materiali sono fondamentali
  3. Lavoro sul posto
  4. Radiestesia-rabdomanzia
  5. Attesa neutra
  6. Fenomeni di induzione
  7. Strumenti specializzati
Radiestesia Mentale

  1. Emanazione del pensiero
  2. Fattore umano
  3. Lavoro trasportato nello spazio-tempo
  4. Teleradiestesia
  5. Orientamento mentale
  6. Fenomeni di intuizione provocata
  7. Strumenti personalizzati
Nella scuola fisica predomina la conoscenza materiale, quasi ingegneristica, di ogni aspetto come d'accordo con la scienza razionalista. I dettagli, come colore del pendolo, forma e posizione del radiestesista rispetto alla fonte sono fondamentali.



Varie tipologie di pendolo
Nella scuola mentale, più orientata al positivismo, si ha un approccio più legato all'intuizione e all'accesso ad un livello sub-cosciente pur mantenendo uno stato di estrema lucidità e veglia. Niente sostanze o cose strane, solo concentrazione sulle domande a cui rispondere. Praticabile in ogni luogo e con qualunque domanda, anche in caso di un argomento totalmente sconosciuto, questo metodo può trovare una risposta soddisfacente grazie all'accesso in quell'archivio che per alcuni è l'Akasha per altri l'etere per altri ancora l'inconscio collettivo e via dicendo.

Tipi di tabelle Radiestesiche
In entrambe le scuole si fanno vere e proprie domande alla bacchetta o pendolino e si ottiene risposta attraverso il movimento dello strumento. L'indagine può evidenziare posizioni geografiche (e non sono poche le documentazioni di collaborazioni tra sensitivi, radiestesisti e polizia), sorgenti d'acqua, fiumi sotterranei, giacimenti, zone del corpo colpite da malattie (come nella radiestesia medica), quantità di energia presente negli alimenti  (non le calorie) e tutte le informazioni che consentono una risposta SI/NO. E' possibile inoltre, con strumenti diversi e a seconda della scuola di riferimento, definire sentimenti ed emozioni di persone. Per affinare la risposta esistono delle tavole alfa-numeriche, a ventaglio o diagrammi per permettere al pendolo  stesso, attraverso il prospettante, di indicare la risposta alla domanda effettuata. Con l'esperienza alcuni radiestesisti arrivano a disegnare delle tavole personalizzate.
Es. Tabella Radiestesia medica

La Radiestesia oggi

Lungi dall'essere estinta la radiestesia continua il suo sviluppo parallelamente alla fisica quantistica, che ne giustifica delle tesi, in un gran calderone di discipline più o meno serie e affidabili.

Tra le discipline relative la Radiestesia abbiamo:
  • Radionica
  • Rabdomanzia
  • Radiobiologia
  • Psicotronica
  • Geobiologia
Solo per citarne alcune.

In Italia abbiamo una sotterranea ma prestigiosa tradizione di radiestesia (sembrerebbe più ad orientamento mentale) di cui vi cito Giambattista Callegari e il Centro Studi di Radionica e Radiobiologia.

Conclusioni

Come potete intuire l'argomento è controverso ormai da diversi  secoli "eppur si muove", come per altro tante realtà non considerate tali. Personalmente credo (ed è mia opinione personale) che viviamo in un'era tra le più anti-scientifiche che la storia dell'occidente abbia conosciuto. Come conseguenza abbiamo molti seri e onesti ricercatori sepolti da "una marea di ..." a causa dell'incapacità di discernere il ciarlatano dal ricercatore. La Radiestesia è un'altra tra le discipline che risente delle decisioni che non abbiamo preso in merito alla descrizione della realtà. Nel caso in cui valutassimo che l'uomo è un essere auto-determinato  la risposta vi accompagna. Diversamente provate a giocare un po' con questa disciplina e valutate da voi se sono chiacchere o se c'è qualcosa di più da scoprire.

Nel caso vi interessasse avere informazioni le trovate qui, qualche approccio alle tecniche di radiestesia qui, e informazioni di qualunque tipo sparpagliate su tutta la rete.

Buon divertimento.

LUI

firma

Nessun commento:

Posta un commento

Grazie per il tuo commento.